3 FOCOOS Vincitori assoluti e ICT

Focoos AI è la vincitrice assoluta del Premio Nazionale per l’Innovazione 2023

Focoos AI è la vincitrice assoluta del Premio Nazionale per l’Innovazione 2023

 Al termine di quarantott’ore di presentazioni e pitch sono stati decretati i vincitori della XXI edizione del Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI), la più importante e capillare business plan competition d’Italia, promossa dall’Associazione italiana delle Università, Incubatori accademici e Start Cup regionali – PNICube, e organizzata quest’anno in collaborazione con Regione Lombardia e le Università Milano-Bicocca, Politecnico di Milano, Università Bocconi e Università Statale di Milano, coordinate dall’ecosistema pubblico-privato “MUSA” (Multilayered Urban Sustainability Action), con il supporto di PoliHub e la main partnership del Gruppo Iren, di Nobento-iVision, di Gilead e di AlmavivA.

Al PNI concorrono i migliori progetti di impresa innovativa selezionati dalle 16 competizioni regionali (StartCup) che coinvolgono 55 atenei, incubatori ed enti di ricerca in 17 regioni d’Italia. I vincitori sono stati scelti tra le 71 startup finaliste da una Giuria[1] composta da esponenti del mondo imprenditoriale, della ricerca e del venture capital sulla base di criteri come valore del contenuto tecnologico o di conoscenza, realizzabilità tecnica e potenzialità di sviluppo, adeguatezza delle competenze del team, attrattività per il mercato.

«Sono estremamente orgogliosa – ha commentato la Prof.ssa Paola Paniccia, Presidente di PNICube e Delegata allo Sviluppo delle Imprese, Start-up e Spin-off per l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” – di questa “due giorni” che ha raccontato una Italia che innova, che fa la differenza, che può realizzare quel cambiamento di cui tutti abbiamo urgente bisogno. Ancora una volta, grazie all’entusiamo e alle energie dei nostri giovani talenti, abbiamo visto concretizzarsi la missione di PNICube: dare luce e forma ai migliori progetti di start-up innovative nati dalla ricerca nell’ambito delle Università e degli Enti di ricerca del network che ho il privilegio di guidare.»

«L’edizione 2023 del PNI è un momento cruciale per rafforzare la collaborazione tra accademia, settore privato e comunità, promuovendo soluzioni che migliorino concretamente la vita delle persone. – ha sottolineato la Presidente di Musa e neo-eletta presidente CRUI Giovanna Iannantuoni  La nostra collaborazione con la Regione Lombardia e con PNICube nel Premio Nazionale per l’Innovazione 2023 mira a premiare l’eccellenza nella ricerca e nell’innovazione con un forte impatto sociale. La partecipazione riafferma l’impegno di MUSA verso un futuro sostenibile e inclusivo, sottolineando l’importanza di un’innovazione tecnologica che sia responsabile e che contribuisca a ridurre disuguaglianze e squilibri.»

«Siamo molto orgogliosi di aver ospitato la finale del PNI 2023; lo abbiamo fatto mettendo a disposizione gli spazi della sede istituzionale perché crediamo che la nostra Regione sia e debba continuare ad essere la ‘Casa delle idee’. La nostra sfida é continuare a crescere, un progresso fatto di una crescita economica ambientalmente sostenibile. – ha commentato l’assessore allo Sviluppo Economico di Regione LombardiaGuido Guidesi – Abbiamo bisogno di innovazione per vincere questa sfida, di una nuova generazione di innovatori che possano diventare la nuova generazione di imprenditori. Nella ‘Casa delle idee’ – ha concluso – gli innovatori troveranno sempre il sostegno della Regione Lombardia.»

 

Ecco i vincitori dei 4 premi settoriali, ognuno dei quali si porta a casa un assegno di 25mila euro.

Premio ICT (tecnologie dell’informazione e dei nuovi media) e VINCITORE ASSOLUTO PNI:

Focoos Ai (Start Cup Piemonte-Valle D’Aosta) – fornisce un software avanzato che automatizza il processo di creazione e allenamento di reti di visione artificiale ottimizzate per qualsiasi dispositivo. L’utilizzo dell’AI per applicazioni di visione artificiale su dispositivi a basso consumo energetico come satelliti o droni rappresenta notevoli sfide per le aziende aerospaziali. I modelli tradizionali di AI sono spesso sovradimensionati, il che significa che richiedono notevoli risorse computazionali ed energia. Focoos AI fornisce un software all’avanguardia che, seguendo i requisiti dei clienti relativi all’applicazione finale, alle specifiche hardware e ai dati, progetta e addestra automaticamente reti neurali ottimizzate su misura evitando di dipendere da hardware costosi, eliminando compiti manuali dispendiosi e riducendo al minimo gli errori umani. “La tecnologia riduce significativamente il consumo di energia – ha aggiunto il CEO Antonio Tavera – migliora l’efficienza operativa e consente l’elaborazione dei dati in tempo reale sui dispositivi stessi”.

Ha consegnato il Premio Michele Svidercoschi, Direttore Comunicazione e Relazioni istituzionali Almaviva: «Il riconoscimento per la categoria ICT, tra le tante proposte d’interesse, premia un’iniziativa progettuale che mostra visione imprenditoriale, significativo contenuto tecnologico, concretezza degli obiettivi, attenzione alla sostenibilità, impatto positivo della soluzione. Un progetto che esprime i caratteri di una cultura d’impresa innovativa, vocazione nella quale si riflette l’essenza della missione di Almaviva, gruppo italiano del digitale, che sostiene il contributo della ricerca scientifica, e il suo trasferimento nel tessuto produttivo, come patrimonio di valore per alimentare la crescita e la sfida sull’innovazione del nostro Paese

 

Premio INDUSTRIAL (produzione industriale innovativa)

Foreverland (Start Cup Puglia) – Startup foodtech italiana che ripensa il cibo che amiamo per un futuro delizioso. Freecao è il nuovo cioccolato: delizioso, sostenibile e senza cacao. Negli ultimi 12 mesi ha lavorato per realizzare Freecao, prodotto che potrebbe essere il successore del cioccolato. Foreverland utilizza ingredienti locali e tecnologie esistenti con un tocco di innovazione per creare un cioccolato innovativo per le persone e per il pianeta. Il cacao ha infatti enormi problemi di sostenibilità ed a causa del cambiamento climatico potrebbe sparire. “La missione di Foreverland – dice Massimo Sabatini, CEO & co-founder  è ridurre drasticamente le emissioni di CO2 e il consumo di acqua nell’industria alimentare valorizzando la carruba, di cui l’Italia è il secondo produttore mondiale.”

Ha consegnato il Premio Andrea Alessandrini, CEO Nobento-iVision: «Con questo Premio vogliamo supportare e valorizzare l’impegno riservato all’innovazione nell’ambito della produzione industriale. Siamo orgogliosi di dare visibilità a nuove idee e nuovi progetti ad alto contenuto innovativo. Nella mia idea di impresa, l’evoluzione tecnologica ricopre un ruolo centrale, è il motore che permette di creare soluzioni migliorative e prodotti o servizi al passo con le esigenze del mercato

 

Premio IREN CLEANTECH & ENERGY (miglioramento della sostenibilità ambientale):

Preinvel (Start Cup Puglia) – ha brevettato il filtro industriale fluidodinamico che abbatte le più pericolose emissioni inquinanti con zero costi di manutenzione, utilizzando gli effetti filtranti dei flussi di aria. La tecnologia si basa sul principio di Bernoulli per generare aree di alta depressione e catturare polveri fini inferiori a 0.5 micron prodotte da attività civili ed industriali. È nata così una tecnologia con costi di manutenzione prossimi allo zero, poiché non prevede sistemi di cattura meccanici o elettrici. Il filtro fluidodinamico PREINVEL è brevettato in Cina, Giappone, Russia, Canada, Italia ed Europa ed è attualmente attenzionato da importanti realtà industriali per applicazioni che spaziano dal siderurgico al navale, fino ad applicazioni militari per bonificare zone di guerra bombardate da armi chimiche. “La mission della PREINVEL è favorire uno sviluppo industriale ecosostenibile – ha sottolineato il CEO Raffaele Nacchiero – che garantisca una crescita economica sana, ma soprattutto che concili il diritto al lavoro con il diritto alla salute”.

«Siamo lieti di consegnare il premio Iren Cleantech & Energy a Preinvel – ha commentato Enrico Pochettino, Direttore Innovazione Gruppo Iren – Questo riconoscimento consolida la partnership che da anni vede la nostra azienda a fianco del PNI, e che ci consente di rafforzare il nostro rapporto con l’ecosistema delle startup e della ricerca: un’attività strategica coerente con gli obiettivi Iren nel campo dell’innovazione e che può anche supportare gli ambiziosi programmi di sviluppo dell’azienda, così come di tutto il comparto

 

Premio LIFE SCIENCES-MEDtech (miglioramento della salute delle persone):

Livgemini (Start Cup Lazio) – Strumento avanzato di prevenzione, diagnosi e monitoraggio dell’aneurisma dell’aorta basato su Medical Digital Twin. Startup nata dal progetto europeo Horizon 2020-Research and Innovation- “MeDiTATe” che mira a sviluppare Digital Twin di anatomie vascolari per lo studio dell’aneurisma. “La partnership tra università, ospedali e aziende – ha commentato Lorenzo Geronzi, Co-founder & CEO – è alla base dell’idea imprenditoriale LivGemini che integra competenze mediche avanzate con metodi di simulazione innovativi basati sul Medical Digital Twin”. L’attuale criterio per l’accesso alla chirurgia in caso di aneurisma aortico prevede la valutazione esclusiva del diametro e risulta spesso inaccurato, causando elevati tassi di mortalità tra i pazienti non operati. Il team di LivGemini ha sviluppato e testato un prototipo basato su modellazione 3D avanzata e analisi emodinamica real-time, arricchito da previsioni AI, per il sostegno al medico nella diagnosi accurata e nella prognosi dell’aneurisma dell’aorta, con l’ambizioso obiettivo sociale di diminuire la mortalità associata a tale patologia.

 

Premi Speciali del PNI 2023:

Premio Speciale Invitalia per le migliori startup femminili dalla ricerca, in collaborazione con l’Osservatorio Scientifico Imprese Femminili-OSIF, assegnato a RasGenix (Start Cup Piemonte-Valle D’Aosta) e DoubleDamp (Start Cup Emilia-Romagna).

Premio Speciale Invitalia per le migliori startup individuate nei 4 settori di innovazione, vinto da RarEarth (Start Cup Lombardia), per Cleantech & Energy, Focoos Ai (Start Cup Piemonte-Valle D’Aosta) per ICT, SpAIce (Start Cup Piemonte-Valle D’Aosta) per Industrial, Livgemini (Start Cup Lazio) per MEDTech.  «Invitalia è partner dell’iniziativa con Premi Speciali in servizi di orientamento e accompagnamento rivolto alle startup vincitrici della competizione finale. – ha commentato Massimo Calzoni, Responsabile Promozione Servizi e Accompagnamento – A seguito di un’attenta valutazione delle startup finaliste, Invitalia ha stabilito di assegnare il “Premio Invitalia 2023” a una startup per categoria, distintasi per la passione e l’impegno nel realizzare progetti attenti al miglioramento della qualità della vita, in particolare della salute pubblica, e all’impatto sociale sul territorio.»

Premio Speciale Nobento e iVision per la migliore Startup Sostenibile assegnato a Preinvel (Start Cup Puglia), consiste in un premio di €10.000 per la migliore soluzione innovativa per la sostenibilità sociale.

Menzione Speciale Green&Blue Climate Change vinto da RarEarth (Start Cup Lombardia), come migliore soluzione innovativa e ad alto impatto indirizzata al contrasto del cambiamento climatico. Il Premio – trasversale a tutte le categorie del PNI – è conferito da Repubblica Green&Blue.

Premio speciale EIT Health – premia Ai-Twin (Start Cup Piemonte-Valle D’Aosta), startup della categoria Life Sciences-MedTech (voucher per accedere al Mentoring and Coaching Network di EIT Health in Europa);

Premio Speciale UniCredit Start Lab vinto da Foreverland (Start Cup Puglia) dà accesso alla piattaforma di business e all’ampia gamma di servizi specializzati UniCredit.

Premio Speciale SearchOn We Make Future offre alle 4 startup prescelte Focoos Ai (Start Cup Piemonte-Valle D’Aosta), Foreverland (Start Cup Puglia), Preinvel (Start Cup Puglia), Livgemini (Start Cup Lazio) uno spazio espositivo al WMF nello Startup District e la partecipazione all’area incontri B2B con investitori provenienti da 49 Paesi.

Premio Speciale SearchOn AI for future per la migliore startup finalista che ha applicato l’AI per la qualità della vita. Focoos Ai (Start Cup Piemonte-Valle D’Aosta) vince uno spazio espositivo all’AI Festival che si terrà a Milano nel febbraio 2024.

Menzioni Speciali Encubator assegnate a Further (Start Cup Emilia-Romagna), Preinvel (Start Cup Puglia), RarEarth (Start Cup Lombardia), BluLite  (Start Cup Campania), Edera (Start Cup Lazio), IAmGreen (Start Cup Piemonte-Valle D’Aosta), InnoMarble (Start Cup Toscana), VisioNing (Start Cup Lombardia)per l’accesso diretto alla fase semifinale dell’edizione 2023 di Encubator, programma di accelerazione promosso da Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, PoliHub e Politecnico di Milano rivolto a progetti tecnologici in ambito sostenibilità e Climate Tech.

Menzione Speciale Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) per i migliori progetti di startup che realizzano soluzioni orientate dagli obiettivi di sviluppo sostenibile assegnata a E-Mago (StartCup Sardegna).

Premio Speciale MUSA “Urban regeneration – City of tomorrow” pari a 15.000€ assegnati a IAmGreen (Start Cup Piemonte-Valle D’Aosta) che meglio ha risposto alle principali sfide legate allo sviluppo urbanistico e sostenibile delle città, al miglioramento della qualità della vita e della mobilità, con l’obiettivo di rendere i nostri spazi urbani più sostenibili, efficienti, digitalizzati e inclusivi.

Premio Young Entrepreneur Program (YEP): le 10 Borse per un soggiorno di 7 giorni presso due Pépite della rete France (Pôles Étudiants pour l’Innovation, le Transfert et l’Entrepreneuriat) sono state assegnate a: AMPS – Adaptive and Multifunctional Photovoltaic Systems (StartCup Calabria), HydroGrowth3D (StartCup Campania), AGR-E (StartCup Puglia), Beyontouch (StartCup Emilia-Romagna), SERVATI (StartCup Puglia), QUALYCO (StartCup Veneto), DIAB-AV (StartCup Calabria), NutriAfrica (StartCup Campania), PeptoShield (StartCup Lazio), Soundsafe Care (StartCup Toscana).

La descrizione dei singoli progetti è disponibile sul sito a questo link

Il PNI 2023 è promosso dall’Associazione italiana delle Università, Incubatori accademici e Start Cup regionali PNICube e organizzato con Regione Lombardia e Musa-Multilayered Urban Sustainability Action – consorzio tra le Università Milano-Bicocca, Politecnico di Milano, Università Bocconi e Università Statale di Milano. Main Sponsor: Gruppo Iren, Nobento-iVision, Gilead Science, Almaviva. Sponsor: Prysmian Group, Unicredit Start Lab, Persico Group, Intesa Sanpaolo, Mito Technology, Cariplo Factory, Indaco Venture Partners SGR, A11 venture, EIT Health, LIFTT. In collaborazione con: Invitalia, Institut Français Italia, Kering, Osif-Osservatorio Scientifico Imprese Femminili, Associazione GammaDonna, SearchOn Media Group. Con il Patrocinio di: ASviS, Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, Ambasciata di Francia in Italia.

PNICube www.pnicube.it è l’Associazione italiana delle Università, Incubatori accademici e Start Cup regionali, fondata nel 2004 con la missione di perseguire la valorizzazione imprenditoriale della ricerca attraverso un percorso generativo di imprenditorialità innovativa di ampio respiro, locale e nazionale, che ha come protagonisti ricercatori e studenti universitariUnica nel suo genere in Italia e Europa, la Rete PNICube conta oggi 55 associati tra Università, Incubatori accademici e altri Enti pubblici e privati di promozione dell’innovazione e dell’imprenditorialità, coinvolgendo 17 Regioni italiane attraverso 16 Business Plan Competition locali (Start Cup) in due competizioni nazionali (PNI e Premio IMSA), dirette a promuovere la creazione e lo sviluppo di imprese ad alto contenuto di conoscenza ed elevato impatto sociale per il progresso sostenibile.   L’OCSE ha riconosciuto PNICube come best practice a livello internazionale per lo sviluppo delle Regioni e dell’Italia, in virtù della sua capacità di “connettere” i network locali basati sulla collaborazione tra Università, imprese, investitori e pubbliche amministrazioni.

MUSA – Multilayered Urban Sustainability Action è l’Ecosistema dell’Innovazione finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca nell’ambito del PNRR. Il progetto vede la collaborazione tra l’Università di Milano-Bicocca, ente proponente, il Politecnico di Milano, l’Università Bocconi, l’Università Statale di Milano e numerosi partner pubblici e privati. MUSA nasce a Milano come risposta alle sfide che la realtà metropolitana affronta nella transizione verso le tre dimensioni della sostenibilità: ambientale, economica e sociale. E con un’ambizione: quella di inaugurare un nuovo modello di collaborazione pubblico-privata replicabile a livello nazionale e internazionale.

Altri